L'arrampicata sportiva

Potremmo definire l’arrampicata sportiva o free climbing un momento ideale che favorisce l’avvicinamento dell’atleta ad uno sport-disciplina rispettoso dell’ambiente e dell’armonia del proprio corpo. Affrontare una parete di roccia cercando di cogliere i momenti più significatvi in cui il nostro corpo riesce a disegnare linee di equilibrio e di armonia diventa l’obiettivo prioritario di tutti i climbers… Un’avventura per tutti dove forza, resistenza e tecnica contribuiscono a fornire risultati performanti ma dove anche l’atteggiamento mentale muta a seconda delle circostanze e delle difficoltà da superare. L’arrampicata sportiva è una disciplina recente ma che affonda le proprie radici nell’alpinismo. Non necessitando delle grandi pareti di montagna si è diffusa sulle numerose pareti(falesie) normalmente trascurate dagli alpinisti. L’attrezzatura e la valorizzazione di questi settori ha consentito agli amanti di questa disciplina di far crescere e far conoscere una nuova filosofia dove l’etica che si afferma prevede che la parete e le sue difficoltà siano affrontate con mezzi propri allontanandosi dall’idea della conquista della vetta a tutti i costi con l’accettazione più o meno cosciente dei rischi. Si pratica una vera e propria danza in parete prestando grande attenzione alla tecnica utilizzata nell’effettuare il passaggio e alla progressione sui gradi di difficoltà. Una nuova mentalità che ha permesso ai praticanti di raggiungere in tempi relativamente brevi risultati decisamente performanti. L’obiettivo dell’arrampicatore sportivo è il superamento di percorsi su roccia con difficoltà sempre maggiore senza utilizzare alcun strumento artificiale per la progressione: chiodi, spit e corde vengono utilizzati solo ed esclusivamente per la protezione dell’atleta in caso di caduta.

Le strutture indoor
La rapida diffusione di strutture di allenamento artificiale ha permesso di svincolare – non del tutto ovviamente – questa disciplina dall’ambiente montano. Questi muri e grotte artificiali riproducono per quanto possibile le caratteristiche delle pareti rocciose. L’allestimento di queste strutture all’interno di palestre, centri sportivi, palazzetti, scuole ma anche all’esterno (piazze etc…) ha permesso a questa attività di trasformarsi assumendo una caratterizzazione diversa. Ovvero un’attività agonistica e ludica praticabile anche nei mesi invernali che permette di allenarsi in modo costante con un innalzamento del livello tecnico-atletico di coloro che la praticano. La diffusione della disciplina in molti paesi del mondo ha consentito di giungere anche in Italia ad avere una federazione di arrampicata sportiva la FASI ( www.federclimb.it ) che è ufficialmente riconosciuta dal CONI (Comitato Olimpico Nazionale Italiano). La FASI è una federazione che opera ormai da anni nel regolamentare gare e competizioni e nel coordinare l’attività agonistica di ogni livello riconosciuta dalla federazione stessa. La FASI si occupa inoltre dell’inserimento dell’arrampicata sportiva nei programmi di educazione fisica delle scuole e dell’organizzazione dei corsi per la formazione di tecnici federali, di istruttori, di tracciatori e di giudici di gara. Un ruolo determinante la federazione lo svolge, in collaborazione con il Ministero dell’Ambiente e le sue emanazioni regionali, nel proteggere l’ambiente in cui si trovano le strutture naturali attrezzate per l’arrampicata sportiva e nel fornire la consulenza tecnica per la realizzazione di strutture ed impianti per l’arrampicata sportiva. Da non dimenticare infine la consulenza prestata, tramite le società sportive affiliate, nell’organizzare corsi di insegnamento e di approfondimento relativi all’arrampicata sportiva ed agli stages di allenamento per atleti.

Atlante e l’arrampicata sportiva
L’arrampicata sportiva si può inserire fra le discipline più complete, l’allenamento infatti a cui si sottopongono gli atleti prevede una preparazione atletica rigorosa affiancata da una tecnica in continua evoluzione. Anche l’aspetto psicologico riveste un ruolo di primo piano che spesso costringe gli atleti ad assumere un atteggiamento di grande concentrazione mentale… Un livello decisamente performante si raggiunge con un buon allenamento e con un bagaglio di esperienze in continua crescita. Bagaglio che si arricchisce anche con l’utilizzo ponderato di materiali in grado di soddisfare le esigenze: materiali che rispondono alle sollecitazioni ed alle novità sul piano della tecnica e dell’affidabilità. Atlante si pone come l’interlocutore ideale per soddisfare le esigenze di chi pratica questa disciplina, ponendo al servizio degli atleti la propria consulenza per i materiali, l’abbigliamento e le strutture di arrampicata. Con un’ampia scelta di marche relative ai materiali specifici di arrampicata Atlante vuole fornire un panorama il più esaustivo possibile sulla qualità e sulla tipologia di materiale da utilizzare per praticare questo sport. Una scelta che tiene conto di una regola semplicissima ma ineludibile: quella che impone a tutti gli atleti la completa protezione durante l’arrampicata, regola che unita alla qualità dei materiali e dell’abbigliamento riduce e quasi annulla la possibilità di incidenti dovuti a cause oggettive. Dunque un momento di incontro ideale fra chi si avvicina o pratica da tempo la disciplina dell’arrampicata ed Atlante per assicurare consulenza, professionalità e precisione ma anche per accogliere ed indirizzare lo spirito di avventura che anima la disciplina dell’arrampicata sportiva…

redazione@montello-atlante.it

Approfondisci


Le discipline...
il bouldering,la difficoltà
fotogallery arrampicata
le nostre gallery
i materiali e l'abbigliamento
per un buon utilizzo dell'attrezzatura
dove arrampicare
settori d'arrampicata sul territorio