Lo sport del volley

La storia del volley-ball

Il gioco del volley vede la luce alla fine del XIX° secolo grazie al prof. William C. Morgan insegnante di educazione fisica presso l’Università di Hollyocu nel Massachusset. Lo scopo del prof. Morgan era di tenere allenati nel periodo invernale i giocatori di baseball e rugby fra le mura di una palestra. Ispirandosi al tennis inventò un gioco nuovo dove al posto delle racchette venivano usate direttamente le mani. Si utilizzava una rete, come quella del tennis, piazzata a due metri di altezza. La palla doveva essere colpita solo con le mani e le due squadre che si affrontavano dovevano essere composte da un uguale numero di giocatori. Le dimensioni del campo erano di m. 10,5 di larghezza per m. 18,3 di lunghezza. Il pallone utilizzato era molto simile a quello dei ns. giorni con una circonferenza di 61-68 cm. e con un peso che variava da un minimo di 230 ad un max. di 300 grammi. Il gioco era molto simile al tennis e consisteva nell’invio del pallone, con il solo uso delle mani, nel campo avversario attraverso una battuta che doveva essere effettuata dietro la linea di fondo del proprio campo. Erano consentiti due tentativi di servizio come nel tennis e la battuta poteva considerarsi valida se cadeva oltre i tre metri dalla rete. Il pallone non doveva toccare la rete durante il gioco ed il numero dei rinvii del medesimo era illimitato. Gli incontri venivano disputati in sets e la durata di ogni incontro dipendeva dal numero dei servizi corrispondenti ai giocatori. In un secondo momento si decise di chiudere il set assegnando la vittoria del set medesimo alla squadra che per prima raggiungeva quota 21 punti. Nel 1917 venne apportata un ulteriore modifica: per aggiudicarsi il set era sufficiente raggiungere quota 15. Il volley moderno prevede il raggiungimento di quota 25 per la vittoria del set…Ovviamente lo scopo primario del gioco era e rimane tuttora quello di far cadere il maggior numero possibile di volte la palla a terra nel campo avversario conquistando così maggior punteggio nell’intento di arrivare a quota 25.

Atlante e il reparto Volley

Un reparto votato all’esposizione di tecnologia e prodotti performanti, Un’ esposizione qualificata delle migliori marche di palloni da volley e beach-volley , accessori, abbigliamento ed ovviamente calzature. Il reparto-volley di Atlante può fornire in qualsiasi momento assistenza qualificata sui vari temi che riguardano il mondo del volley. I consulenti sportivi di Atlante sono presenti per garantire  assistenza nella scelta dei prodotti e nella preparazione di tutto ciò che riguarda la configurazione del campo di gioco e l’abbigliamento sportivo di ultima generazione. Molto specifico il settore legato agli accessori.
L’attrezzatura e l’abbigliamento volley sono disponibili presso i punti vendita Atlante-Roreto di Cherasco e Atlante-Chieri

Accessori
- borsoni marca Mikasa
- borsoni marca Asics
- ginocchiere ragazzi ed adulti marca Trace
- reti per campi volley e beach-volley
- strisce per delimitare zone campo
- aste per reti(catalogo Schiavi)

Particolare attenzione alla preparazione di completi per squadre con:
giochi di maglie, tute e borsoni


Il volley sul nostro territorio

La mitica Chierivolley...
Una grande squadra per un grande progetto!! Continuità e futuro nel panorama del volley femminile A1. Una squadra di alto livello del campionato nazionale A1, ma anche una realtà capace di produrre grande consenso nel mondo giovanile del volley-femminile.
Chierivolley76

logo atlante(sito).jpg
Roreto di Cherasco
logo atlante(sito).jpg
Atlante Chieri

redazione@montello-atlante.it